Allenamento con l’Ellittica

L’ellittica, che per chi non lo sapesse è un’evoluzione della cyclette che permette di allenare contemporaneamente la parte inferiore e superiore del corpo, è uno degli attrezzi fitness più utilizzati dagli amanti dell’attività fisica casalinga.

La caratteristica principale di questo attrezzo è senza dubbio il movimento fluido e morbido con cui si svolgono gli esercizi, che si rivelano pure piuttosto faticosi per chi è poco allenato. La pedalata, sia in avanti che all’indietro, sollecita addominali, glutei e quadricipiti, mentre il movimento dei manubri stimola invece i muscoli delle braccia e i pettorali. Inoltre questo tipo di attrezzo permette anche di eseguire allenamenti cardiovascolari, particolarmente indicati per aumentare la resistenza sotto sforzo.
Tra le sue peculiarità rientrano però anche alcuni limiti relativi all’uso che se ne fa. L’ellittica è sostanzialmente un punto di partenza, e quindi uno strumento adatto ai principianti o a chi viene da un infortunio e non certamente agli sportivi di medio livello che hanno un apparato cardiovascolare e muscolare già ampiamente sollecitati. In sintesi, questo strumento non può essere impiegato per stimolare il mantenimento né per produrre grandi miglioramenti dopo i primi successi iniziali, o almeno non allo stesso livello della corsa, del ciclismo e di altri sport.
Allenarsi correttamente e costantemente con l’ellittica fa bene perché: permette di tonificare il corpo in maniera completa, in quanto la parte superiore e quella inferiore lavorano simultaneamente;- aiuta la circolazione e migliora la resistenza cardiaca;
– permette di perdere peso bruciando più grassi e calorie in minor tempo rispetto a quanto accade con altri attrezzi;
– scongiura il rischio di infortuni poiché esclude movimenti e sollecitazioni pericolose sulle articolazioni e, proprio per questo motivo, tale strumento si rivela particolarmente adatto per chi soffre di problemi alle ginocchia o alla schiena.                                                                                                per praticare gli esercizi in modo corretto è necessario:- fare 5 minuti di stretching prima di cominciare in modo da evitare guai muscolari;
– mantenere una posizione ben eretta, con una giusta distanza tra le proprie braccia e i manubri dell’ellittica, senza mai piegarsi;
– procedere gradualmente con l’allenamento. Chi è poco allenato deve cominciare con sessioni di massimo 20 minuti con bassa resistenza e inclinazione, che andranno poi aumentate poco per volta;
– tenere un ritmo continuo, costante e armonioso, diminuendo casomai la resistenza e non la velocità della pedalata;
– ridurre o evitare almeno inizialmente la pedalata all’indietro che può causare infortuni alle ginocchia;
– variare l’intensità dello sforzo durante le varie fasi dell’allenamento.

Di seguito proponiamo un programma di tre settimane adatto a chi comincia ad allenarsi e intende raggiungere un buon livello d’allenamento:

Prima Settimana

LUNEDÌ: 2 minuti di pedalata medio-lenta + un minuto di recupero in piedi per 10 volte.

MERCOLEDÌ: 2 minuti di pedalata medio-lenta + un minuto di recupero in piedi per 11 volte.

VENERDÌ: 3 minuti di pedalata medio-lenta + 2 minuti di recupero in piedi per 9 volte.

Seconda Settimana

LUNEDÌ: 5 minuti di pedalata di cui 3 ad alta intensità e 2 a ritmo lento + un minuto di recupero in piedi per 5 volte.

MERCOLEDÌ:5 minuti di pedalata di cui 3 ad alta intensità e 2 a ritmo lento + un minuto di recupero in piedi per 6 volte.

VENERDÌ: 5 minuti di pedalata di cui 4 a ritmo medio e uno a ritmo blando per 8 volte + 30 secondi di recupero.

Terza Settimana

LUNEDÌ: 7 minuti di pedalata di cui 5 ad alta intensità e 2 a ritmo lento + un minuto di recupero in piedi per 5 volte.

MERCOLEDÌ: 7 minuti di pedalata di cui 5 ad alta intensità e 2 a ritmo lento + un minuto di recupero in piedi per 6 volte.

VENERDÌ: 10 minuti di pedalata medio-lenta con qualche variazione  di resistenza a scelta + 2 minuti di recupero in piedi 5 volte.